17 Ott 2008

Postato da in Repliche | 0 commenti

La replica (7) Talento

Pubblicato sul mio vecchio blog (www.tcapreago.blogspot.com) domenica 25 maggio 2008. Buona lettura!

 

Il talento è la moneta più antica, chi la possiede cammina a braccetto con la fortuna, può dire di avere un posto riservato al tavolo degli dei.
Non serve una tasca grande per conservarlo, è necessario solo un piccolo rifugio vicino al cuore, dove possa sentire il calore di cui ha bisogno. Il talento non compra e non vende, nemmeno si può comprare o vendere, l’unica cosa con cui è lecito scambiarlo è un sogno di vita. Solo il più saggio dei maestri è in grado di vedere oltre la nebbia delle apparenze e scoprire chi nasconde la moneta tanto preziosa. Ogni giorno qualcuno si vanta di avere un po’ di talento, spesso è solo un inganno da barattare con qualcosa di poco prezzo. Come tutte le monete anche il talento ha due facce: svelare quella giusta è impresa alquanto ardua, accontentarsi di quella sbagliata significa riconoscere solamente l’avarizia.


Molte parole desiderano accompagnarsi al talento: grande, vero, autentico, straordinario, meraviglioso; niente lo può definire meglio del valore che risiede nel profondo della sua anima.
Chi è capace di amare con sincerità stringe fra le mani il talento più raro, esserne consapevoli vuol dire poter far nascere il fiore della passione, che è destinato a non appassire mai.
Molti sprecano il proprio talento, gettandolo nelle tenebre, dove nemmeno il diavolo allungherebbe la sua mano per riprenderlo; farlo è un peccato mortale, senza possibilità di redenzione.
Per alcuni solo il successo è sinonimo di talento, per altri è la possibilità di far diventare il mondo un posto migliore.
Se proprio adesso state leggendo questo articolo, frugatevi nelle tasche, magari quella moneta d’oro sta riposando inconsapevole vicino al vostro cuore: afferratela per renderla ancora più pregiata.


Andrea Villa

Lascia una risposta.