20 Ott 2008

Postato da in Poesie | 1 commento

La poesia (8) Carte

È lunedì, e su puramentecasuale.com è giorno di poesia. Buona lettura.

 

Carte

 

Sto riordinando

le mie carte:

non dormo da tre notti.

 

Ho scritto molto,

mi leggono a stenti,

forse sono io a volerlo.

 

L’amore si sta allontanando,

fatico a sentire

il suo peso,

la sua libertà.

 

Sto ancora riordinando

le mie carte:

anche questa notte

non dormirò.

 

Sono invaso da parole

che non controllo più,

vorrei piangere a dirotto,

ma tra un po’

sarà di nuovo l’alba.

 

I miei occhi

per un istante

hanno visto lontano.

 

L’amore sembrava

essersi fermato

per aspettarmi;

 

ma io sono lento,

le mie carte

non sono ancora

in ordine.

 

Andrea Villa 

  1. michele says:

    ogni tanto siamo costretti a riordinare le carte. fare il punto della situazione, senza necessariamente capire, ma cercare di essere consapevoli, predisporsi alla chiarezza, per quando arriverà. credo che questo percorso continui per tutta la vita e che anzi ne condizioni in larga parte il senso. è la condanna di chi cerca, come diceva il maestro di quelli che sanno. capisco il timore che deriva dal pensare di poter offrire soltanto le proprie carte disordinate; ma ognuno ha le sue, a volte basta metterle insieme e la sincronia arriva……

Lascia una risposta.