30 Nov 2008

Postato da in Articoli | 6 commenti

L’articolo della settimana (14) Amore segreto

Si può avere paura di un sentimento positivo, come l’amore? La risposta appare scontata, eppure quante persone amano in segreto, senza mai trovare il coraggio di confessare quello che provano, per il timore di non essere corrisposte. Forse è capitato a tutti almeno una volta, decidere di dichiararsi equivale a prendere un rischio, mettere sé stessi in gioco, senza la certezza del successo; è la possibilità del rifiuto a spaventare, meglio quindi restare nell’ombra, mandando soltanto piccoli segnali, evitando però di esporsi completamente. Togliere ogni maschera e velo, a questo ci obbliga l’amore, a scoprire la nostra parte più intima, ad essere indifesi davanti all’oggetto del desiderio: un passo necessario quanto pericoloso. Nonostante tali insidie, innamorarsi resta la cosa più bella che possa capitare, in grado di regalare emozioni irripetibili, da conservare nel cuore per tutta la vita. Allora perché lasciare che sia la paura a condizionare le nostre scelte, perché privarsi di qualcosa di speciale, perché non vincere le incertezze. Chi è capace di amare con sincerità cammina sul lato più bello della strada, ma spesso desiste dall’attraversare, dall’andare incontro alla persona che tanto vorrebbe vicino a sé; in questo modo è impossibile stabilire un contatto, ogni tentativo di legame rimane vivo solamente nel luogo dove crescono i sogni che mai diventano realtà.

Fare un semplice passo può sembrare un azzardo, alto è il rischio di essere travolti dalla delusione, continuare invece a camminare sullo stesso lato della strada offre sicurezza, ma significa anche vedere sprecato un grande dono; l’amore è un diamante grezzo, va levigato con autentica passione, ma per renderlo più bello e prezioso, ha bisogno del lavoro di due persone, altrimenti pian piano perderà il suo splendore. Una o mille occasioni non ha importanza, quando sentiamo salire i battiti del cuore, è inutile cercare di mettere un freno, di calmarlo, di convincerlo di essere in errore; l’unica via è quella di seguirlo, di lasciare che ci accompagni, per non trasformare l’amore in una insopportabile e nascosta sofferenza. Ho avuto molti amori non dichiarati, una lunga lista che ogni volta mi proponevo di non aggiornare. È curioso come spesso la memoria tenti di riportarli in vita, per farmi comprendere quanta bellezza non ho avuto il coraggio di afferrare. Forse un giorno riuscirò a scrivere tutti quei nomi su un foglio, per fare un piccolo rotolo e infilarlo in una bottiglia vuota; allora sarà il momento giusto per abbandonarla in mezzo al mare, affinché possa naufragare liberamente spinta soltanto dalle onde del destino. Per fortuna ho almeno un amore confessato e corrisposto, quello per il mio lavoro e i miei allievi: giorno dopo giorno lo vedo crescere forte e splendente, un gioiello che spero di stringere fra le mani per molto tempo ancora.

Andrea Villa

  1. L’amore è un sentimento meraviglioso per la forza che ti riesce a dare, per il buon umore involontario che ti porta dentro, per la carica che ti da la mattina quando ti svegli, e per mille altri motivi che solo l’innamorato sa… il mondo è veramente roseo! perchè allora non cercare di vivere questo sentimento in tutta la sua pienezza osando superare le proprie paure?

    E’ bellissimo cercare di conquistare la persona per cui il tuo cuore fa salti mortali, fargli capire i tuoi sentimenti usando tue tecniche di seduzione o semplicemente giocando con lui!

    Certo è che bisogna mettere in conto che si può ricevere un no come risposta. Ma questi sono i piccoli gradini della vita che bisogna affrontare! Di amori non ricambiati ce ne sono tanti, ma si volta pagina e si va avanti! spesso questi sono momenti di crescita, delle svolte necessarie nella nostra vita!
    Ma credo che la motivazione principale per cui bisogna tentare è quella: e se gli piacessi? potrebbe essere lui la persona giusta?!

    Quindi, dal mio piccolo punto di vista consiglio a tutti di provare a superare le loro paure e di cercare, in modo non troppo plateale a far capire i proprio sentimenti.

  2. Roberta says:

    Come sempre sarò breve e concisa. Il dubbio tra la dura realtà e il sogno malleabile dal nostro desiderio…alle volte piace rimanere in una situazione di credo-non credo…di “mi ha guardato e mi ama” oppure “non mi ha guardato, ma mi guarderà”. Probabilmente è sintomo della nostra insicurezza nei confronti della persona desiderata, magari è solo un capriccio o una cotta momentanea. Ma se l’idea e il sogno ci tormenta continuamente e diventa un’ossessione, allora è meglio scontrarsi con la dura realtà e vivere. Godersi la realtà e i sentimenti veri è sicuramente meglio che avere un rimpianto.

  3. cecilia says:

    tutto questo è molto molto vero!!
    anche la più piccola possibilità di essere corrisposti dovrebbe essere la forza che ci spinge ad agire…
    ma non pensate ke sia decisamente meglio avere un amore segreto.. esserne impauriti.. e tenerselo x se.. accontentandosi di alcune piccolezze come una sguardo o un saluto… piuttosto ke nn provare assolutamente nulla verso nessuno.. la completa indifferenza??

  4. ….nell’amore che si vive più sentimenti, talora discordanti, convivono fra loro; amore significa gioia, felicità, emozioni, buon umore…. ma anche paura….paura di sapere cosa succederà domani, paura di non essere più desiderati dalla persona che si ama, paura di essere traditi.
    Un amore segreto invece è pura emozione…è pura illusione…secondo me è decisamente fantastico!!! Viaggiare con la mente, volare con la fantasia, immaginare l’impossibile… cosa c’è di più bello??? è vero, non è la realtà, ma come faremmo se non esistessero i sogni……….

  5. dopo i commenti lasciati, è doverosa una risposta da parte mia. capriccio? cotta passeggera? ossessione? dura realtà?
    no, e lo dico con forza, niente di tutto questo! è amore, una meraviglia che quando capita deve essere colta al volo, senza calcoli; chi è innamorato non porta nelle tasche righelli, squadre o calcolatrici, piuttosto un cuore che batte veloce, capace di farci sentire VIVI! ogni giorno vorrei avere anche solo una cotta momentanea, un istante in cui avvampare e dare elettricità al corpo intero. mi ama, non mi ama? che importa, io amo e questo già basta per smuovere qualcosa, per creare una vibrazione positiva nell’aria, pronta per essere raccolta; certamente alcune volte tutto svanisce in breve tempo, ma come ha scritto cecilia, anche una remota possibilità di essere corrisposti può diventare la speranza di grande amore, quello che tutti meritiamo. cogliere l’attimo per non vivere una vita di quieta disperazione.

    Andrea

  6. Josephine says:

    E poi l’autore ha trovato l’amore o imparato a buttarsi?! Beh, se sono tanti gli amori non vissuti, allora non tutti erano “anime gemelle”, o non centra un tubo?! 🙂
    E’ difficilissimo, almeno per me, dichiararsi. Sono una ragazza, dovrei essere agevolata, dato che c’è chi dice ancora che è “l’uomo a dover fare il primo passo”. Però, secondo me, non dovrebbe esserci una regola.
    Da anni, sguardi con una persona. Non so se effettivamente l’ho guardato anch’io, ma ho iniziato a salutarlo. Lui però non ha mai fatto un passo in più, credo per timidezza, poi si è fidanzato e sposato da poco ma ho come la sensazione che non l’ami davvero… Ho avuto solo sensazioni con questa persona… Ma… Se fosse l’anima gemella?

Lascia una risposta.