14 Dic 2008

Postato da in Articoli | 0 commenti

L’articolo della settimana (16) Chi sono

Sono una barchetta di carta piegata dalle innocenti mani di un bambino, che si lascia trasportare dalla dolce corrente del fiume, trasparente come la verità, ma sono anche un transatlantico che sfida le onde degli oceani tagliando l’acqua senza alcuna paura. Sono una bicicletta che si fa baciare dal sole della primavera, tra una pedalata ed un’altra, in una calda giornata di giugno. Sono uno scalatore che a mani nude si arrampica con fatica, con lo sguardo rivolto sempre verso la cima della montagna, dove lo attendono i propri sogni. Sono un equilibrista che centimetro dopo centimetro, muove i piedi con la massima cautela, con lo sguardo rivolto sempre verso la fine della corda, ignorando di non avere una rete pronta a raccoglierlo. Sono il binario sul quale scorre un treno a volte puntuale, spesso in ritardo, ma che in ogni caso riesce ad arrivare a destinazione. Sono un gabbiano, una colomba, un’aquila, il cielo è la mia casa, le nuvole il mio letto, le stelle le mie amanti: per raggiungerle mi basta un leggero battito d’ali. Sono un piccolo pesce che nuota nel mare più azzurro fischiettando allegramente, sfuggendo agli affamati squali, ma anche alle reti dei pescatori senza scrupoli.

Sono un leone che attraversa la foresta con il vento alle spalle, fiero di camminare a testa alta, anche se gli altri vorrebbero fossi soltanto una pecora belante. Sono il viaggio infinito della speranza, dell’amore, della libertà di essere semplicemente quello che sono.

 

Andrea Villa

Lascia una risposta.