8 set 2009

Postato da in Speciale | 2 commenti

Speciale (25) Scintilla

fuocoLassù, dove si perdono gli sguardi, dove i desideri aspettano di essere espressi, due stelle si sfiorarono: nacque una scintilla. Nessuno può dire perché accadde, forse il vento, forse il caso, oppure il destino: che importa. Fu un tocco lieve ed innocente, candido come un bacio tra adolescenti, timido senza bisogno di audacia. La scintilla schizzò in alto, sempre più in alto, battendo persino la velocità della luce, quasi fino a varcare le porte dell’infinito. Poi cominciò a scendere, a precipitare con altrettanta rapidità, prima di attraversare una soffice nuvola che passò da parte a parte, senza fargli alcun male. Lassù, dove gli sguardi non possono arrivare, ma dove i desideri si fanno chiari, due stelle si incontrarono: una scintilla venne alla luce. Fu un semplice tocco, delicato come la pelle di un neonato, trepidante come l’attesa di un bacio mai dato. La scintilla scattò verso l’alto, più veloce del lampo e del tuono, fino alla soglia della porta dell’eterno mondo. Poi iniziò a tornare indietro, a piombare nel cielo sgombro, prima di trapassare il morbido giaciglio di una nuvola, senza ferirla in alcun modo.

Anche la più luminosa delle scintille rischia di spegnersi, finire in terra e morire senza essere raccolta. Tuttavia, il vento, il caso o il destino a volte possono decidere di intervenire e dare un senso a ciò che apparentemente non dovrebbe averne. Aperta una finestra, un uomo vide un puntino di luce avvicinarsi, così aprì le mani e accolse senza saperlo una piccola scintilla fra le mani. D’istinto la portò vicino al cuore, che subito fu pervaso da un calore simile ad un incendio. Un attimo dopo qualcuno stava bussando alla porta di casa.

 

Andrea Villa

 

Dedicato a chi crede ancora all’amore, al destino e alla scintilla da cui tutto nasce.

  1. perche’ esiste ancora qualcuno? sventurato lui che vede tutto facile, puo’ credere all’amore, viversi una poesia, puo’ essere un po’ romantico..per iscritto forse..poi c’e’ la realta’

  2. Margherita says:

    Magari non sempre lucidamente ma ci sarei io. Il credere in tutto quello che è descritto nell’articolo è latente dentro di me…i conti se riuscirò vorrei farli alla fine.

Lascia una risposta.