5 Ott 2010

Postato da in Top 5 | 8 commenti

La top 5 della settimana (6) Esultanza

Vincere fa sempre piacere, è innegabile. Manifestare la propria gioia è forse la cosa più bella; in un attimo tutto si ferma, la tensione può finalmente lasciare posto alla felicità, da cogliere persino su un campo da tennis. Una top 5 fatta di esultanze sincere, mescolate alla grinta che hanno solo i veri campioni.

Al NUMERO 1 l’australiano Lleyton Hewitt, cattivo, presuntuoso, maleducato, un autentico mastino; così esulta in faccia al malcapitato avversario!

Al NUMERO 2 lo spagnolo Fernando Verdasco, quasi incredulo nell’aver portato a casa una partita evidentemente presa per i capelli!

Al NUMERO 3 il primo giocatore al mondo, capace di librarsi in aria come una libellula, per lui la vittoria ormai è quasi un appuntamento fisso!

Al NUMERO 4 il serbo Novak Djokovic, che sembra essere approdato sulla terra promessa, baciare il campo è come segnare il territorio!

Al NUMERO 5 Re Roger che rimane composto perfino mentre sfoga la sua contentezza, un esempio di classe, da conservare nella mente per tanto tempo!

Andrea Villa

  1. Lorenzo Giacomel says:

    La più grintosa è quella di roger

  2. claudio ******** says:

    nadal che vola è il meglio ;)!

  3. Davide M. says:

    Caro Andrea, colgo l’occasione per ringraziarti riguardo tutto quello che mi hai insegnato o perfezionato durante i corsi di tennis dell’anno scorso, purtroppo non ho mai tempo per parlarti di persona, anche il maestro Massera mi ha detto che ho fatto un grande salto avanti, sarà grazie a te?, Sarà perchè mi hai invogliato di più di altri maestri? Questo credo che non me lo saprò mai spiegare.
    Arrivo alla votazione della mia esultanza preferita: secondo me, anche se non mi sta molto simpatico, ma credo che la simpatia non c’entri in questo momento, direi che la migliore è quella di Nadal, secondo posto Roger.
    Cercherò di commentare di più ciò che ti impegni a scrivere.
    Grazie Davide.

  4. Caro Davide, sono sempre più convinto che chi migliora è perché lo desidera fortemente; il maestro ha senza dubbio un ruolo importante, ma non è mai l’unico artefice dei progressi dell’allievo. Ti ringrazio per la fiducia riposta nei miei confronti, è un bene prezioso, spesso sottovalutato; se nel tempo ho cercato di essere un insegnante migliore, è dovuto al legame che sono riuscito ad instaurare con alcuni ragazzi, fatto di reciproca stima.
    Andrea Villa

  5. sergio Arosio says:

    Voto per Djokovic. Anch’io bacerei il campo sul quale dovessi vincere una coppa, un torneo …
    Peccato che purtroppo non capiterà mai! (ma ora mi basta che non mi diminuisca mai la passione che ho per il tennis)

  6. alessandro says:

    Secondo me la piu grintosa e quella di Verdasco ma quella che mi piacerebbe provare a fare e quella di Roger sempre composta è unsignore domani vi faccio vedere che pure io posso esultare come un Cristiano!

  7. Paolo Maga says:

    Maestro Villa,
    Difficile fare un commento perchè si rischia di commentare la foto migliore e non leggere in profondità il gesto del tennista.
    La foto migliore è quella di Nadal, quasi un fotomontaggio, sembra estraneo rispetto al campo. Ma il gesto che più apprezzo è quello di Federer. E’ il più composto, quello meno teatrale. I due spagnoli troppo latini, l’australiano sfrontato come Crododile Dundee, quello del serbo troppo devoto con il bacio al suolo. Lo svizzero, con tanta classe.
    Ciao
    Paolo

  8. Davide M. says:

    Caro Andrea,
    ti ringrazio per avermi risposto, cercherò di avere sempre più fiducia nei miei mezzi.
    Ancora grazie Davide M.

Lascia una risposta.