26 Feb 2011

Postato da in Diario di Vik | 2 commenti

Il diario di Vik (3) Due settimane di allenamenti

Appena tornato dalla Turchia, ho fatto controllare da un medico il fastidio che avevo alla schiena, per fortuna si trattava soltanto di una contrattura al gluteo. Quindi potevo riprendere gli allenamenti, due settimane di intenso lavoro, mattina e pomeriggio veramente pesanti, con carichi molto impegnativi dal punto di vista fisico. Ecco il mio programma quotidiano:
Sveglia alle 7.30 con colazione abbondante, energia che deve sostenermi fino a fine mattina;

alle 9 in punto in campo, tanto lavoro tecnico sul servizio e il diritto da registrare;

alle 10.30 seduta di atletica ogni giorno diversa, un’enciclopedia non basterebbe ad elencare tutti gli esercizi che mi sono dovuto sobbarcare!

Pausa pranzo finalmente! Devo dire che a Bra non si mangia per niente male.

Alle 14 si ritorna in campo, con un ancora altro lavoro tecnico, poi si inizia con i punti e gli schemi tattici, che ultimamente hanno riguardato anche il doppio.

Verso le 16 di nuovo una seduta di atletica!

Finalmente a casa! Stanco morto, le gambe pesantissime, con l’unico pensiero di andare a cena, e crollare nel letto, anche se sono appena le 19!

La sera ero talmente cotto che la voglia di uscire o andare a fare un giro è poca, meglio buttarsi sul divano e guardare la televisione.

Due settimane molto intense non tanto per il lavoro svolto in campo, ma per le massacranti sedute di atletica che dovranno servirmi per resistere a match impegnativi senza problemi; quindici giorni di ottima qualità, arricchite dal lavoro con la videocamera per perfezionare i movimenti, grazie al maestro Alberto Brignacca vero esperto in questo settore.

Adesso mi aspetta un’altra avventura in Turchia questa volta cinque tornei consecutivi, due sul veloce e tre sulla terra; sono curioso di verificare se questa preparazione darà i frutti sperati, con qualche risultato importante anche in doppio.
A presto!

Viktor Galovic
(testo raccolto da Andrea Villa)

  1. Andrea, per prima cosa grazie per aver messo online questa terza ed interessante puntata. E speriamo che Bra ( che in Inglese vuol dire reggiseno, quindi meglio non dire che uno si allena lì) porti bene a Viktor. Sul sito della ITF seguirò i risultati dei Futures della Turchia. Ciao, Paul

  2. Roberto says:

    Come ex preparatore atletico di Vik gli auguro che per tutti i suoi sacrifici, vecchi e nuovi, possa raccogliere i risultati sperati.
    In bocca al lupo per la Turchia. Ciao.Roberto.

Lascia una risposta.