13 Mag 2011

Postato da in Diario di Vik | 0 commenti

Il diario di Vik (5) Vicenza

Al Torneo di Vicenza 15000 dollari mi è stata concessa una wild card nelle qualificazioni visto che per errore non mi sono iscritto pensando di dover giocare la Serie B.

Dopo un’ottima prestazione a Roma iniziavo a sentire più fiducia, qualcosa stava girando nel verso giusto, e infatti non mi sbagliavo. Venivo da una settimana di allenamenti molto intensi sia per la parte atletica che tecnica per il dritto, sommati ad un lieve fastidio allla spalla causa un infiammazione ai tendini, quindi niente servizio, ma il resto sembrava essere a posto.

Il torneo è iniziato bene, temevo di avere qualche problema almeno le prime due partite, soprattutto a causa della spalla, ma grazie ad alcuni massaggi sono entrato in campo in perfetta forma. Sono riuscito a non perdere un set nelle qualificazioni, giocando finalmente il tennis da me prediletto, aggressivo e solido da fondo campo, variando persino il servizio: insomma ho passato anche il primo turno di tabellone, era ora!

Ho superato un ragazzo croato qualificatosi anche lui, un bel match sospeso per pioggia per quasi un’ora: 61 64 il punteggio, più severo dell’andamento dell’incontro, in realtà veramente combattuto.

Al secondo turno un altro derby, contro la testa di serie numero 2 Kristijan Mesaros giocatore che gravita nei primi 250 giocatori al mondo.

La partita è iniziata alla grande, 41 per me facendo il mio gioco, già pensavo di portarla a casa, invece da un momento all’altro la situazione cambia; in poche parole non è entrata più una palla: 75 a suo favore! Il secondo set ho provato a remare, ma ho perso con lo stesso punteggio: un vero peccato, sarebbe stato un bel risultato!

Adesso mi aspettano un paio di giornate di Serie B fino al 21 maggio, prima di giocare a cesena un 10000; intanto continuerò ad allenarmi a Bra, sperando di raccogliere i punti che fino ad ora mi sono sfuggiti!

Viktor Galovic
(testo raccolto da Andrea Villa)

Lascia una risposta.