11 lug 2012

Postato da in Filmati | 3 commenti

Il filmato della settimana (145) Federer-Murray

Non c’è molto da aggiungere alle immagini. E’ stato scritto tutto, meglio rivivere semplicemente i colpi più belli dell’ennesima impresa di un grande campione. Roger Federer ha alzato per la settima volta il trofeo di Wimbledon, tornando a quasi 31 anni al primo posto della classifica mondiale. Prima ha battuto Djokovic in semifinale, poi in quattro set ha superato Murray, sostenuto dal tifo di una intera nazione. Godetevi un momento storico, buona visione!

Andrea Villa

  1. Daniele says:

    Io qualcosa da aggiungere alle immagini l’avrei : Rogerino FANTASCIENTIFICO ed INEGUAGLIABILE. Questa è l’ennesima dimostrazione di come il talento purissimo possa ancora trionfare di fronte al cyber-tennis, tutto corsa e polmoni, che oggi purtroppo sta lentamente uccidendo il nostro amato sport. Se un anno fa mi avessero detto che Federer avrebbe rivinto Wimbledon per la settima volta, raggiunto 17 Slam e toccato ancora la prima posizione mondiale (con record assoluto annesso) non ci avrei mai creduto, soprattutto vedendolo annaspare a più di 6000 punti da Djokovic. Invece Federer ci ha sempre creduto e, meritatamente, è tornato dove gli compete, riprendendosi peraltro le chiavi del suo giardino prediletto. Credo ci sia solo da inginocchiarsi di fronte a questo grandissimo campione, un Rod Laver portato avanti di 40 anni e, di sicuro, il più grande tennista di tutti i tempi di fianco a “Rocket” Laver e al “Divin scimmione” Sampras. Rispetto a tutti gli altri pratica un altro sport, qualcosa che sembra talmente facile e così splendido da non poter quasi essere descritto. Io da domenica pomeriggio cammino ancora a 30 cm da terra per la gioia e l’emozione, ed al momento del ritiro non ci voglio neanche pensare. C’è ancora una buona parte di stagione da giocare ed in cui ci sono tutte le possibilità di fare bene.
    Uno così non nascerà più, conviene tenercelo stretto fino a quando durerà : e se durerà così, ci sarà ancora da divertirsi…

  2. @Daniele
    Ho vissuto l’ennesima impresa di Federer con grande gioia. Sinceramente non pensavo che potesse vincere ancora un torneo così importante, soprattutto giocando come ha fatto a Wimbledon. Questa è stata la dimostrazione di come gli “animali da laboratorio” quando hanno un “naturale” calo fisico, non sono in grado di trovare una soluzione diversa, un altro modo per arrivare alla vittoria. Ha fatto piacere a molti vedere Roger alzare la coppa più prestigiosa, segno che c’è ancora tanto pubblico amante di un tennis “umano”. La stagione non è ancore terminata, speriamo in un altro acuto, per avvicinare quota 20, dove nessun “robot” potrà mai pensare di arrivare!
    Andrea Villa

  3. Fabio Greco says:

    TI AMO ROGER!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia una risposta.